Settori indagati nell'analisi di vulnerabilità

Questa sezione ci fornisce una lettura sintetica dei settori indagati all’interno dell’analisi della vulnerabilità. La valutazione degli ambiti da approfondire è stata effettuata criticamente in funzione di quanto emerso dall’analisi territoriale, concentrando quindi gli sforzi investigativi su quei settori ritenuti prioritari all’interno del sistema territoriale di Sorradile. Ciascun tema selezionato è approfondito attraverso la descrizione delle sue componenti (Esposizione, Sensitività, Capacità di adattamento) e gli esiti dell’analisi raccolti all’interno di una sintetica tabella riepilogativa.

Mercoledì, 13 Aprile 2016 21:11

Settore Agricoltura

Come è emerso nell’analisi del contesto territoriale, il settore trainante dell’economia sorradilese è rappresentato dall’agricoltura.

In particolare si è rilevata una netta predominanza dell’allevamento ovino rappresentato da 5.611 capi. La tipologia di allevamento è di carattere estensivo e tale considerazione è ulteriormente corroborata dalla presenza di 1.035,5 ha di aree adibite a pascolo, che rappresentano ben l’80% della superficie impiegata ad uso agricolo di tutto il territorio comunale.

Nell’ambito colturale le altre produzioni di rilievo sono quelle seminative, che con 218 ha compongono il 17% della SAU.

Queste considerazioni sono state corroborate durante le attività di partecipazione attivate a Sorradile da cui è emersa una percezione diffusa della riduzione dei periodi di accrescimento dei pascoli con importanti influenze sull’allevamento che ha comportato variazioni nella sua gestione. Inoltre si evidenzia che l’elevata umidità determinata dalla presenza del lago può aver portato ad una maggiore diffusione dell’insetto Culicoides imicola, insetto che trasporta il virus responsabile della febbre catarrale degli ovini, più comunemente conosciuta come Blue tongue (BT).

Alla luce di queste considerazioni, che hanno fatto emergere gli elementi più rilevanti in ambito agricolo, si è scelto di concentrarsi sull’analisi di vulnerabilità ai cambiamenti climatici dei seguenti elementi esposti:

  • Allevamenti ovini
  • Prati e pascoli
  • Seminativi
Letto 443 volte Ultima modifica il Venerdì, 15 Aprile 2016 11:00
Altro in questa categoria: Settore Salute »